Benessere Sgonfiapancia

Dieta Cram: come sgonfiare la pancia in soli 3 giorni

Le controindicazioni

Tra i metodi più efficaci per depurarsi e per perdere peso nel giro di appena qualche giorno, molto consigliata è la Dieta Cram. Con essa riusciremo a sgonfiare il ventre e a ripulire del tutto l’intestino, rivitalizzando i processi digestivi. La dieta Cram è il regime alimentare infatti, che promette di far perdere peso in 3 giorni, grazie all'assunzione di soli 4 alimenti, in vista dell’arrivo dell’imminente bella Stagione. Arriva un nuovo regime alimentare molto seguito e apprezzato negli ultimi tempi che ci permette di perdere peso rapidamente e ritrovare in soli 3 giorni la forma fisica desiderata: si tratta della dieta Cram che prevede di mangiare soltanto quattro alimenti. Questa dieta permette di sgonfiare la pancia in fretta e contrastare anche i problemi all'intestino.

Ovviamente stiamo parlando di quei due tre chili che magari, questa Quarantena da Coronavirus, ci ha regalato. Vi consigliamo di consultare sempre il vostro medico prima di iniziare questa dieta. Cos’è la dieta Cram e quanto dura: Con il termine Cram si intendono i quattro alimenti permessi: cereali (cereal), riso (rice), mele (applesauce) e latte (milk). Questa dieta in particolare è mirata per farci sgonfiare la pancia e depurare l’organismo, e si tratta infatti di un vero e proprio percorso detox. Questi ingredienti, poi, garantirebbero vitamine, sali minerali, proteine e la giusta quantità di fibre e carboidrati. Oltre a questo bisogna integrare due litri di acqua al giorno, per eliminare tutte le tossine in eccesso. Il tutto deve essere seguito per una durata di tre giorni. Infine, alla dieta è associata dell’attività fisica, basta anche solo una passeggiata all'aria aperta ogni giorno di circa mezz'ora, oramai consentita o qualche esercizio in casa.

Esiste uno schema della dieta Cram? Cerchiamo di capire meglio come funziona questa dieta che promette di farci dimagrire in 3 giorni con soli 4 ingredienti. Si tratta di un regime alimentare molto restrittivo, proprio per questo motivo non si può seguire per un lungo periodo di tempo, ma è consigliata soltanto per tre giorni. La dieta in questione è molto ricca di liquidi, quindi bisogna bere molta acqua, succhi di frutta senza zuccheri aggiunti e tisane. Ottime quelle drenanti. Inoltre si differenzia da quelle classiche poiché vengono escluse le proteine, tolto ovviamente il latte. Favorendo il consumo di carboidrati, latticini e fibre, utili per i movimenti intestinali. Cosa si mangia nella dieta cram? Come abbiamo detto il termine è l’acronimo di cereali, riso, mele e latte. I condimenti concessi, invece, sono zenzero, limone, basilico e olio. Nell'acronimo è racchiuso già quasi tutto quello che può mangiare chi segue questa dieta: C: cereali; R: riso; A: mele; M: latte. 

La giornata di chi scegliere la dieta Cram è piuttosto monotona. Vediamo un esempio di menù giornaliero: Colazione: succo di mela, fette biscottate integrali e un bicchiere di latte scremato. Pranzo: riso integrale con olio, zenzero e limone. Cena: pasta integrale con olio e basilico. Spuntini: un bicchiere di latte scremato o mela (anche cotta). Lo scopo della dieta Cram non è tanto far dimagrire, ma sgonfiare la pancia. Le regola in sintesi: - ammessi nella dieta solo gli alimenti appartenenti alle categorie dell’acronimo; - non seguire la dieta per più di 3 giorni consecutivi; - è possibile seguire la dieta cram 2-3 volte al mese; - pranzo e cena sono composti da un solo alimento; - tassativo bere 2 litri di acqua al giorno (e qui, rientra di nuovo l’aspetto detox). 

Dieta Cram: le controindicazioni. Come sicuramente avrete capito, questa dieta non è un regime alimentare equilibrato, ed è per questo che si deve seguire soltanto tre giorni, e non uno di più. Inoltre, bisogna dire che essendo molto restrittiva e radicale, non è detto che funzioni: prima di tutto, il rischio è che un passaggio così drastico a una alimentazione così povera faccia venire fame, e dunque si interrompa. In secondo luogo, questa dieta non prevede una fase di mantenimento: è dunque possibile ipotizzare una ripresa dei chili persi non appena si ritorna alle nostre normali abitudini. Inoltre, la dieta CRAM, consente sì un dimagrimento rapido ma si tratta soprattutto di liquidi e dunque, riprendendo a mangiare normalmente, è facile riaccumulare chili altrettanto velocemente. Insomma, provare non costa nulla, ma se cercate una dieta per dimagrire e perdere i chili di troppo, vi conviene rivolgervi a un nutrizionista, che saprà consigliarvi la miglior scelta per voi e per il vostro corpo. 


© Riproduzione riservata