Attualità Ostaggio dei tamponi

Covid: anche minorenni ragusani bloccati a Dubai, almeno fino al 25 luglio

Ci vorrà ancora quasi una settimana prima che gli studenti positivi bloccati negli Emirati tornino a casa

Covid: anche minorenni ragusani bloccati a Dubai, almeno fino al 25 luglio

 Ragusa – Ci sono anche degli studenti ragusani tra i quasi 300 italiani bloccati da giorni a Dubai causa Covid: dovevano atterrare in Sicilia con un volo Emirates mercoledì scorso, 14 luglio, dopo due settimane di vacanza studio in terra araba. E invece sono ancora nella capitale emiratina: 210 sono risultati positivi ai tamponi di rito effettuati i giorni prima della partenza.  I più giovani hanno solo 14 anni e in queste ore -  nonostante i contatti costanti con le famiglie, in videocall e al cellulare - sono comprensibilmente in apprensione di fronte a una situazione del tutto inaspettata. Non vedevano l’ora di lasciare per un po’ i genitori, adesso contano i giorni che mancano per riabbracciarli.

“Questa esperienza la rifarei - dice Giorgia Fagotto, 17enne siracusana contattata da SiciliaNews - ma i bei ricordi sono stati cancellati da questo brutto momento, la forza di non mollare me la danno i miei”. La ragazza riassume tutta la vicenda che i giovani si sono trovati ad affrontare, tirando fuori una maturità da adulti. Su questo fronte, si può dire senz’altro che l’avventura è stata formativa. Purtroppo l’attesa è ancora lunga perché finisca: il 23 i ragazzi saranno sottoposti a un nuovo tampone molecolare, il 24 arriveranno i risultati e, se tutto andrà bene, domenica 25 dovrebbero  finalmente tornare a casa. Altrimenti il soggiorno dovrà proseguire ancora. 


© Riproduzione riservata
https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1631185761-3-minauda.jpg