Attualità Il punto

Covid, asintomatici liberi e basta colori: il picco Omicron è superato

Scavalcata la quarta ondata, adesso le Regioni assediano Roma

https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/26-01-2022/covid-asintomatici-liberi-e-basta-colori-il-picco-omicron-e-superato-500.jpg Covid, asintomatici liberi e basta colori: il picco Omicron è superato

 Ragusa - Il picco Omicron è stato superato: da una decina di giorni in Sicilia la curva dei contagi Covid è in calante e “questo consentirà di alleggerire la pressione sugli ospedali già dalla prossima settimana" osserva il Comitato tecnico scientifico regionale, permettendo all’Isola di rivedere presto zona gialla, probabilmente già entro febbraio. L’occupazione dei ricoveri ordinari è leggermente salita al 38% ma le terapie intensive sono già tornate sotto soglia arancione, al 19%. Sempre che il sistema dei colori esista ancora.

La Conferenza delle Regioni torna alla carica del governo Draghi chiedendo: la revisione del sistema dei colori, riducendolo a due soltanto; e l’esclusione degli asintomatici dal conteggio dei positivi e degli stessi ricoverati per altre patologie. Uno snellimento generale dei criteri di rischio, per evitare che la pandemia si trasformi da sanitaria in burocratica, con centinaia di migliaia di lavoratori che stanno bene bloccati in casa per settimane e pazienti in reparto che col Covid c’entrano poco o niente.

«Bisogna sgravare i sanitari, che così possono occuparsi di quelli che hanno bisogno davvero» dice il presidente Stefano Bonaccini, sostenitore dell’autotest lanciato in Emilia Romagna per positivi asintomatici, vaccinati con terza dose. Sul tema i governatori possono contare sulla sponda dei partiti di centrodestra. Già che ci siamo, andrebbero sistemati anche i ricalcoli sui morti: dei 71 decessi siciliani registrati nel bollettino di martedì: 2 erano avvenuti il 24 gennaio, 9 il 23, ben 14 il 22 e 8 risalivano addirittura al 21.

“Con la variante Omicron i giorni di ospedalizzazione sono diminuiti - dice Antonino Giarratano, presidente della Società italiana anestesisti e membro del Cts -. In media 13 giorni in rianimazione per i non vaccinati, di questi il 29% dei fragili sopravvive”. Resta l'incognita scuola, con la ripartenza il numero dei casi tra gli alunni è cresciuto: 12.234 nuovi contagi fra i 3 e i 18 anni in una settimana. "Ma la scuola non può stravolgere l'andamento della curva", assicura lo statistico palermitano Vito Muggeo.


© Riproduzione riservata