Economia L’aiuto

Assegno temporaneo per i figli, fino a dicembre senza perdere gli arretrati

Dalla Sicilia oltre l’11% delle 250mila domande già inviate all’Inps

Assegno temporaneo per i figli, fino a dicembre senza perdere gli arretrati

 Roma - Sono 248.868 le domande raccolte dall’Inps a luglio per l’assegno temporaneo: la misura transitoria per sostenere i genitori con figli minorenni che non beneficiano degli assegni al nucleo familiare, in attesa dell’assegno unico e universale al via dal 2022. Circa la metà delle istanze arriva da famiglie con un solo figlio minore: il 16,2% dalla Lombardia, al primo posto; seguita da Campania (14,1%) e Sicilia (11,7%).

L’Isola è prima invece per le dichiarazioni di reddito Isee sotto 10mila euro: sono il 73,2% di quelle spedite. Il nuovo aiuto si propone di raggiungere sino a fine anno le famiglie rimaste escluse finora: lavoratori autonomi, professionisti, partite Iva, disoccupati senza indennità e tutti coloro che hanno meno del 70% del reddito familiare derivate da lavoro dipendente (fino a un massimo di 50mila euro di Isee). L’importo minimo è di 167 euro mensili.

I primi pagamenti sono stati effettuati la settimana scorsa, ma c’è tempo sino al 31 dicembre per fare richiesta senza perdere gli arretrati: la stima del governo è di 1,8 milioni di aventi diritto e per i 440mila nuclei titolari del reddito di cittadinanza l’accredito sarà automatico. Per tutti gli altri è a disposizione l’apposito servizio online sulla home page del sito Inps, a cui accedere con le proprie credenziali.


© Riproduzione riservata
https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1631185761-3-minauda.jpg