Benessere Chioma

Le 5 mosse per avere i capelli perfetti

Consigli per l'estate

Le 5 mosse per avere i capelli perfetti

Nell'attesa della riapertura dei saloni dei Barbieri e parrucchieri che potrebbero già riaprire la prossima settimana, dal 18 maggio, rispettando un protocollo di sicurezza ora più che mai e anche in vista della bella stagione, meglio correre ai ripari con semplici attenzioni quotidiane da mettere in pratica ad ogni lavaggio e scegliere i prodotti giusti per le nostre chiome. In alcune regioni d’Italia i parrucchieri potrebbero riaprire il 18 maggio, con tutte le regole del caso in fatto di sicurezza. Nell'attesa c’è anche chi ha approfittato di questo periodo della Quarantena per dare una chance ai capelli lunghi e lasciarli crescere. I capelli forti e sani sono simbolo di femminilità e di salute. A tutte le donne piace poter sfoggiare dei capelli perfetti, che le facciano sentire più belle e curate. Tuttavia, lo sappiamo bene, a volte può essere costoso: prodotti cosmetici, trattamenti, maschere, ecc.

Come avere capelli perfetti?
Sarà che la quarantena ha riportato molte ad una dimensione meno artefatta e costruita: c’è chi si è riconciliato con i propri capelli bianchi, chi ha accettato con spirito zen la ricrescita scura, sperimentando nuove sfumature, e chi appunto, ha scelto di far crescere i propri capelli lasciandosi tentare da un look più sauvage del solito. Come avere capelli perfetti? La cura della chioma richiede molta attenzione e spazia dal tipo di alimentazione seguita alla scelta dei prodotti da usare, passando per i quotidiani gesti di "manutenzione", ovvero lavaggi e asciugature.

Le 5 mosse da fare per avere capelli perfetti:
Per preservare a lungo i capelli è importante averne cura in modo quasi maniacale. Non c’è nessun vantaggio nell’avere una chioma extra long ma completamente rovinata. In questo caso, ci sono dei piccoli accorgimenti che si possono adottare per prendersene cura, e preservare la salute, la forza e la brillantezza anche dei capelli più lunghi.
1 – Stratificare le maschere ristrutturanti
D’accordo ricordarsi di farne almeno una alla settimana, ma c’è di più. Il massimo dell’effetto si otterrebbe con tre step e altrettante tipologie di maschera da applicare in sequenza. Ciascuna si lascia in posa 1o/15 minuti, una volta la settimana. Il segreto è iniziare con una maschera proteica che aiuta a legare insieme le fibre rotte e rafforzare i capelli fragili e danneggiati. Poi procedere con una maschera idratante e infine una maschera per capelli colorati per conservarne e migliorarne il colore e la brillantezza.

1-Risciacquare sempre i capelli con acqua fredda: in questo modo si chiudono le cuticole dei capelli che aiutano ad aggiungere ulteriore lucentezza e combattere l’effetto crespo. L’acqua fredda è rivitalizzante, attiva la circolazione ed è considerata il rimedio ideale per i capelli. L’acqua calda infatti danneggia il cuoio capelluto, rende i capelli più secchi e toglie luminosità. Se vi sciacquate i capelli con dell’acqua più fredda, riuscirete invece a richiudere le cuticole dei capelli, rendendoli più lucenti e setosi, visto che rifletteranno meglio la luce. E non dimenticate che quest’abitudine accelera la crescita dei capelli! Mai spazzolare i capelli da bagnati: È infatti il momento in cui sono più fragili e vulnerabili alla rottura.

-2 Prima il balsamo, poi lo shampoo
Lo sapevate? È un modo di proteggere i nostri capelli. Grazie al semplice trucco di applicare prima il balsamo dello shampoo otterrete una maggiore idratazione e una luminosità insuperabile. Un altro trucco da tenere a mente è fare un risciacquo finale con qualche goccia di limone, o addirittura con un cucchiaio di olio di cocco. Realizzate un breve massaggio e poi sciacquate con acqua tiepida o fredda. Vedrete i risultati! preferire un pettine a denti larghi

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1602684793-3-crai.gif

3 – Abbassare il calore del phon: al momento dell’asciugatura e lasciare sempre raffreddare i capelli prima della spazzolatura. L’asciugatura a phon è un momento importante e delicato, in cui il capello rischia di più. Il phon non va mai tenuto troppo vicino al cuoio capelluto, bensì a una distanza di 10-15 cm, la temperatura regolata bassa e le estremità andrebbero lasciate umide, di modo che si asciughino da sole. Ottimo l’uso del diffusore. Cercate quindi di non eccedere nell’utilizzo del phon o delle piastre per capelli. Come saprete, il calore non fa bene ai capelli: li rovina, toglie loro ossigeno e quindi diminuisce la luminosità e setosità.

4 – Sostituire le spazzole: piccole, vecchie o troppo rigide con modelli più grandi come ghd Paddle Brush oppure con spazzole a setole rotonde: diminuiscono i rischi di rottura e preservano idratazione e lucentezza del fusto.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1602669922-3-toys-in.jpg

5 – Prima di spazzolare le lunghezze, il cuoio. Può sembrarvi una cosa ovvia, ma il semplice atto di spazzolare i capelli due volte al giorno riesce a stimolare la circolazione nel nostro cuoio capelluto. In questo modo favoriamo anche la crescita dei capelli e li nutriamo più a fondo. È come un massaggio attivatore che non ci costa nulla. Ricordatevi, quindi, di spazzolare i capelli due o tre volte al giorno. Soffermarsi con la spazzola sul cuoio capelluto, massaggiando leggermente così da favorire la circolazione del sangue e contribuire a stimolare la crescita dei capelli sani. Massaggiare quotidianamente il cuoio capelluto per 10 minuti ha un effetto incredibile sui capelli. Allevia la tensione e aumenta il flusso sanguigno per capelli più spessi, più sani e più lunghi.

Capelli sani e giusta alimentazione

Di sicuro avrete sentito dire più di una volta che una sana alimentazione si riflette anche all’esterno. È proprio così: anche i nostri capelli svelano subito la mancanza di minerali, di ferro, di zinco o di magnesio, che si riflette in un aspetto debilitato, senza luce, con le doppie punte, secco e sfibrato, ecc.
Consigli per l’estate. La stagione che mette più a rischio i nostri capelli. Mai dimenticarsi di olii protettivi da applicare durante l’esposizione (anche i semi di lino possono andar bene) e di usare shampi specifici, idratanti e doposole, la sera.


© Riproduzione riservata