Attualità Pozzallo

Donna di Pozzallo positiva al Covid partorisce in casa

Donna positiva al Covid partorisce in casa dopo due dimissioni dal Pronto Soccorso di Ragusa. La bimba sta bene

https://immagini.ragusanews.com//immagini_articoli/06-01-2022/donna-di-pozzallo-positiva-al-covid-partorisce-in-casa-500.jpg Donna di Pozzallo positiva al Covid partorisce in casa

Pozzallo - Si era recata al pronto soccorso dell’Ospedale Giovanni Paolo II di Ragusa, dopo avere avvertito le prime doglie. Qui ha scoperto di essere positiva al Covid e per la donna è iniziato un calvario.
Secondo il racconto della gestante a Ragusanews -una giovane mamma non vaccinata di 34 anni di Pozzallo- i medici del pronto soccorso di Ragusa avrebbero firmato per ben due volte le dimissioni nella stessa giornata rimandandola a casa. Dopo avere svolto gli esami di routine e messo a disposizione l’ambulanza attrezzata per il biocontenimento riservata ai soggetti positivi al coronavirus, i medici hanno disposto di riaccompagnare la paziente a casa per il suo isolamento non giudicando le sue condizioni pronte per il parto.

La donna in stato di sofferenza e fatica e dopo il lungo peregrinare, non appena rientrata a casa per la seconda volta nella stessa giornata, isolata anche dal marito per la sua positività al Covid, ha accusato nuove contrazioni Non è riuscito a chiamare nessun aiuto. Ha raggiunto da sola il bagno di casa, trascinandosi. Non perdendosi d’animo e mantenendo una inusuale lucidità, ha partorito una meravigliosa bambina. Nei minuti successivi, violando i protocolli dell’isolamento, è riuscita a rintracciare l’ambulanza della guardia medica di Pozzallo e a raggiungere l’ospedale ragusano. Immediatamente, in pronto soccorso ha ricevuto la massima assistenza.

Alla neonata è stato tagliato il cordone ombelicale prima di essere ricoverata in culla termica per ricreare le condizioni ottimali di sterilità, calore e umidità in cui il feto si trovava prima di nascere. Si chiama Ambra, come la prima pietra preziosa della storia, è negativa al Covid e sta bene. La mamma, dopo qualche giorno di ricovero in una apposita sala travaglio allestita per i pazienti affetti dal Covid, è stata dimessa e si è ricongiunta alla figlia. Nel frattempo si è negativizzata. Una favola. Con lieto fine.  


© Riproduzione riservata