Cultura Addio

Raffaella Carrà: l’inimitabile evoluzione di una stella

La Spagna, in particolare, piange il suo idolo, la moderna suffragetta diventata per le donne del Dopo Franco un modello possibile

https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/06-07-2021/raffaella-carra-l-inimitabile-evoluzione-di-una-stella-500.jpg Raffaella Carrà: l’inimitabile evoluzione di una stella

Nel primo pomeriggio del 5 luglio 2021, tutte le agenzie internazionali battevano la triste notizia della scomparsa della mitica Raffaella Carrà.
Dall’Argentina, agli Stati Uniti, dall’Europa alla Russia, al Medioriente.
Raffaella è stata la più grande e affascinante ambasciatrice del made in Italy nel mondo dagli anni Sessanta del Novecento in poi.

L’Italia non piange solo una grande soubrette, una diva dello spettacolo, piange l’icona, il volto pulito di una nuova “italiana” che il boom economico e il corso di una nuova politica consegnavano all’immaginario collettivo prima europeo e poi internazionale.
Intelligente, sensibile e attenta a ogni istanza non esitò a farsi voce delle minoranze, di tutte, anticipando di parecchi lustri i tempi.
Ha sofferto in silenzio il dramma personale della sua malattia, abbiamo appreso solo ora con sgomento, rispettosa com’era di un pubblico adorante e adorato: l’unica volta che non ha condiviso qualcosa con lui.
E quest’ultimo desiderio vogliamo rispettarlo.

Le donne di tutto il mondo la ricorderanno certamente come il simbolo di una sensualità che mai fu volgare e per questo protagonista di una stagione nuova.
La Spagna, in particolare, piange il suo idolo, la moderna suffragetta diventata per le donne del Dopo Franco un modello possibile, pulito e libero, di seduzione.
Ci mancheranno, cara Raffaella, la tua risata allegra e le tue parole sincere.
Stasera nel cielo più profondo si è accesa una nuova stella, la tua.

© Tutti i diritti riservati all’Autore.


© Riproduzione riservata