Benessere Dieta e Covid

Coronavirus: una dieta sana ed equilibrata ci può difendere?

Coronavirus, come incide la dieta sulla forza del sistema immunitario. Il cibo può aiutarci contro il Coronavirus?

https://immagini.ragusanews.com//immagini_articoli/06-11-2020/coronavirus-una-dieta-sana-ed-equilibrata-ci-puo-difendere-500.jpg Coronavirus: una dieta sana ed equilibrata ci può difendere?

Non esiste una dieta specifica contro il coronavirus in quanto ancora non si conosce bene questo nuovo agente infettivo per l'uomo. Tuttavia seguire una alimentazione sana e corretta può avere un effetto preventivo anche nei riguardi delle infezioni perché potenzia il sistema immunitario.

Linee guida per una sana alimentazione
Una dieta sana ed equilibrata è indicata anche per tenere in salute il nostro sistema immunitario, vero e proprio baluardo contro le infezioni. Allo stato attuale delle conoscenze scientifiche sul coronavirus si sa che questa infezione determina un forte stato infiammatorio a carico dei polmoni. Pertanto gli anziani, i pazienti con patologie pregresse, i cardiopatici e gli obesi in caso di contagio vanno incontro a un maggiore rischio di complicanze. I seguenti alimenti di cui vi parliamo nel proseguo dell'articolo hanno delle proprietà che si possono definire immuno-stimolanti: vitamine, sali minerali, in particolare zinco e selenio, probiotici, antiossidanti come il licopene e il glutatione.

Alimenti per una dieta sana ed equilibrata
La vitamina A la si trova soprattutto nel latte e nei suoi derivati e nelle uova. Questa vitamina ha un effetto rinforzante contro le infezioni, in particolare quelle polmonari, quindi aiuta il fisico a reagire meglio. Giova anche a ossa, pelle e capelli. La si trova soprattutto nei carotenoidi, precursori delle vitamina A, e quindi in particolare nelle verdure scure e gialle (zucca, pomodori, carote, sedano, broccoli, cavoli), nella frutta in particolare pesche, albicocche, mango, anguria, ciliegie e mango.
La vitamina C in particolare aumenta le difese immunitarie, diminuisce il rischio di patologie tumorali, facilita l'assorbimento del ferro. In combinazione con le vitamine A e il selenio potenzia i suoi effetti antiossidanti. Ne sono ricchi alimenti quali gli agrumi, pomodori, peperoni, spinaci, fragole e kiwi.
La vitamina D si produce invece quando ci esponiamo al sole. Sono sufficienti già 20 minuti al giorno di sole per produrla, se ne abbiamo la possibilità possiamo andare in giardino o in terrazzo. Tuttavia se la sintesi endogena da parte dell'organismo non è sufficiente si può ricorrere all'alimentazione, in particolare all'olio di fegato di merluzzo, formaggi, grassi, uova, burro e i pesci. Inoltre questa vitamina è molto importante per il metabolismo di calcio e fosforo. La vitamina D assieme al calcio, secondo i risultati di alcuni studi, aiuterebbe a raggiungere prima il senso di sazietà, pertanto alimenti quali lo yogurt e il kefir potrebbero stimolare il sistema immunitario ed essere utili anche in chiave dietetica per dimagrire.
Il glutatione invece è un potente antiossidante in quanto è in grado di neutralizzare i radicali liberi. Tra quelli prodotti dal nostro organismo rappresenta l'antiossidante più potente: in particolare favorisce il funzionamento dei linfociti, "sentinelle" del sistema immunitario e in quanto antiossidante è in grado di proteggere le cellule. Lo si trova in molti alimenti facili da reperire, in particolare pesche, arance, cocomero, ma anche spinaci, carote, cavolo, aglio, cipolle, pesce, cereali.
Riguardo ai sali minerali, lo zinco è un alleato essenziale del sistema immunitario. Svolge un ruolo fondamentale per il funzoinamento di alcuni ormoni, quali quelli sessuali, l'ormone della crescita, l'insulina e la tiroide. Molti alimenti ne sono ricchi: ostriche, legumi, frutta secca, semi (sesamo, girasole e zucca), cereali, fegato, pesce, uova, carne, latte e derivati, noci.
Il selenio è un antiossidante che contrasta i radicali liberi e quindi ha un effetto anti-age. Inoltre protegge dalle patologie cardiovascolari. E' importante anche per la salute del sistema nervoso centrale e della tiroide. Lo si trova nei cereali, in particolare quelle integrali, pensate che il riso integrale ne contiene 15 volte più del riso raffinato.
Il licopene è un potente antiossidante ricco di composti bioattivi utili per la salute. Presenta vitamine del gruppo B, C ed E e anche l'apporto di sali minerali è buono, infatti contiene magnesio potassio e fosforo. Diminuisce i livelli dei marcatori infiammatori. Diversi studi hanno evidenziato che previene i tumori dell'apparato digerente e della prostata. Ingrediente insostituibile della dieta mediterranea, il pomodoro col basilico e l'origano e l'olio di oliva potenzia ulteriormente i suoi effetti benefici antinfiammatori e antiossidanti per l'organismo.
I probiotici sono microrganismi viventi che si trovano in determinati alimenti oppure negli integratori che ristabiliscono la salute intestinale compromessa ad esempio da stress o per assunzione di antibiotici. I prebiotici sono invece fibre alimentari solubili. Anche i probiotici sono in grado di stimolare li nostro sistema immunitario. Sono molteplici gli effetti dei probiotici per la salute: in particolare prevengono le infezioni vaginali, il tumore dell'intestino, leniscono i sintomi del colon irritabile, e ci difendono dalle malattie di raffreddamento. Li si trova soprattutto negli alimenti fermentati, quindi yogurt, kefir, miso, crauti, formaggi fermentati e prodotti da forno che derivano dalla pasta acida. I fermenti lattici sono anche reperibili in farmacia

Dieta sana settimanale
Per mantenerci sani, se non abbiamo particolari patologie, possiamo seguire la dieta che vi indichiamo seguito, beninteso che solo uno specialista, un nutrizionista o un dietologo, potrà prescrivervi una dieta adatta al vostro caso specifico. Una dieta settimanale in stile mediterraneo prevede il consumo di 5 porzioni quotidiane di frutta e verdure, una o due porzioni di proteine contenuta nelle carni bianche, pesce o uova, non più di una porzione di carboidrati semplici ovvero quelli contenuti in zucchero e dolci, e 4 porzioni di carboidrati complessi contenuti in pasta cereali e pane. In caso di dieta per dimagrire è probabile che il nutrizionista vi possa ridurre le quantità di carboidrati. Da limitare in maniera significativa invece i cibi grassi e gli alimenti e le bevande ricche di zucchero e gli snack salati.


© Riproduzione riservata