Benessere Chetosi

Dieta chetogenica: cosa mangiare

Nella dieta chetogenica le fonti alimentari principali sono le proteine e i grassi. I carboidrati sono quasi del tutto assenti

Dieta chetogenica: cosa mangiare

La dieta chetogenica è un regime dietetico che va molto di moda negli ultimi anni. A differenza di altre diete dimagranti piuttosto strampalate, quella chetogenica invece ha il suo razionale. E' indicata soprattutto nei casi di grande obesità o nel caso in cui si mira ad ottenere un dimagrimento veloce o nel caso degli sportivi per mettere massa muscolare. In realtà la dieta chetogenica vanta una storia antica: nasce nel lontano 1920 per la cura dei pazienti affetti da epilessia.
Nella dieta chetogenica le fonti alimentari principali sono le proteine e i grassi. I carboidrati risultano invece quasi del tutto assenti. Riassumendo possiamo quindi dire che l'obiettivo di questa dieta è di evitare i carboidrati per fare in modo che l'organismo utilizzi i grassi da cui ricavare l'energia. Questa dieta dà luogo alla formazione dei corpi chetonici che si producono anche in caso di digiuno prolungato e quindi quando il glucosio è scarsamente disponibile. In questi casi l'organismo li utilizza come riserva energetica. Se si verifica l'accumulo si parla di chetosi.

Dieta chetogenica: perché si dimagrisce
Rispetto ad altri regimi dietetici dimagranti con la dieta chetogenica generalmente si riesce a raggiungere prima l'obiettivo del dimagrimento. Secondo gli studi più recenti questi risultati sarebbero dovuti all'aumento delle proteine rispetto ai carboidrati, che porterebbe a una maggiore attività del metabolismo. Uno dei meccanismi alla base sembra derivare dai corpi chetonici che si formano quando si utilizzano i grassi come fonte energetica, che avrebbero effetto nel diminuire l'appetito. Anche l'aumento del consumo di alimenti proteici ha un effetto saziante.

Dieta chetogenica: gli alimenti da mangiare
Vi sono due azioni fondamentali in questa dieta: netta diminuzione dei carboidrati da cui l'organismo ricava l'energia necessaria per lo svolgimento delle sue funzioni. In assenza o ridotta presenza degli stessi l'organismo utilizza i grassi per procurarsi l'energia necessaria ai suoi processi vitali. L'altra azione riguarda l'aumento dell'assunzione di proteine e grassi. Pertanto sono questi gli alimenti da introdurre in una dieta chetogenica: per quanto riguarda le proteine via libera a carne rossa e carne bianca, prosciutto crudo, bresaola, formaggi magri, pesce azzurro e salmone.
I grassi vanno assunti con la frutta secca e l'olio extra vergine di oliva.
Sono consentiti i carboidrati a basso indice glicemico ovvero asparagi, sedano, funghi, broccoli, melone e avocado. Non sono ammessi i carboidrati ad alto indice glicemico, in particolare quelli derivanti dal frumento quindi pane pasta pizza e biscotti, nonché legumi, riso gelati e anche succhi di frutta,

Dieta chetogenica: esempio di menù
A colazione uno yogurt o latte accompagnato con cereali. Per chi invece ama una colazione salata: del prosciutto crudo o ricotta a scelta con noci o mandorle
Spuntino: uno yogurt o un formaggio grana che è ricco di proteine
Pranzo o cena: carne bianca o rossa (circa 150 grammi) del pesce ai ferri o al forno (150 grammi), affettati a scelta (circa 100 grammi). Contorno di verdure a scelta. A fine pasto possiamo concederci delle fragole o uno yogurt.
Una volta che siamo riusciti a dimagrire bisognerà reintrodurre i carboidrati gradualmente e al contempo diminuire l'apporto di proteine e grassi per riequilibrare la dieta. In particolare sempre per quanto riguarda i carboidrati, si comincerà a reintrodurre quelli a basso indice glicemico per poi passare a quelli ad elevato indice glicemico, che derivano dal frumento. 


© Riproduzione riservata