Benessere Pressione alta

Dieta per pressione alta: cosa mangiare

Dieta per l'ipertensione: cosa fare? Una dieta ipocalorica e bilanciata associata alla pratica di un'attività fisica

https://www.ragusanews.com/immagini_articoli/07-04-2022/dieta-per-pressione-alta-cosa-mangiare-500.jpg Dieta per pressione alta: cosa mangiare


La pressione alta in effetti è un problema che riguarda moltissime persone in tutto il mondo. Una corretta alimentazione può aiutare a prevenire e curare una ipertensione lieve. Ma quand'è che si parla di ipertensione? Si parla di ipertensione quando la pressione massima tipica dell’individuo supera i 140 mmHg e la minima i 90 mmHg. Molto spesso non vi è una causa unica della pressione alta, tuttavia vi sono dei fattori predisponenti quali il fumo, la sedentarietà, la familiarità, l'ipercolesterolemia, l'abuso di alcol, il diabete, lo stress, il sovrappeso, una alimentazione errata, che ne favoriscono l'insorgere. Se l'ipertensione è lieve si può intervenire andando a modificare le nostre abitudini di vita, ovvero seguire una dieta sana e la pratica di una moderata attività fisica. Se invece è grave il cardiologo ci prescriverà i farmaci necessari.

Dieta per ipertensione: cosa fare
In caso di ipertensione vi sono quindi alcune cose da fare. Una delle prime cose da fare è di intervenire sull'alimentazione andando a ridurre il sale che non è solo quello che utilizziamo per condire le pietanze. Lo si trova infatti anche in molti altri alimenti, ad esempio nei prodotti in scatola, nelle conserve, nei prodotti da forno e nei cibi pronti. Riguardo alla quantità di sale da consumare quotidianamente non dovremmo andare oltre i 5 grammi.

Se siamo in sovrappeso dovremo quindi seguire una dieta per perdere peso.
In questo caso è indicata una dieta ipocalorica e bilanciata associata alla pratica di un'attività fisica. Sempre per rimanere in tema di dieta andranno evitati gli alimenti grassi che fanno aumentare il colesterolo nel sangue. Andrà invece incrementato il consumo di frutta e verdure per il loro contenuto di fibre e anche gli alimenti che contengono il potassio in quanto contribuiscono a regolare la pressione arteriosa. Sarà importante anche evitare gli alcolici e smettere di fumare in quanto abitudini deleterie per la salute che contribuiscono alla pressione alta. Cerchiamo di controllare lo stress, che è una condizione che influisce negativamente sul nostro stato di salute in generale.

Pressione alta: cosa mangiare
Come detto, se l'ipertensione è in forma lieve un corretto stile alimentare può costituire l'unica terapia da seguire.

I cibi ricchi di potassio contribuiscono alla riduzione della pressione sanguigna. Ne sono ricchi le verdure ad esempio spinaci, carciofi, rucola cavolfiori e frutti quali albicocche prugne, banane e kiwi.

https://www.ragusanews.com/immagini_banner/1719297887-3-ag-distribuzione.gif

Anche l'arginina, un aminoacido, sembra avere un ruolo nel regolare la pressione arteriosa. La si trova nelle noci, nocciole e mandorle, ma anche nel pesce, nel pollame e nei cereali quali riso, mais e avena. Un effetto simile hanno anche le barbabietole rosse.
In caso di pressione alta si consiglia anche il consumo di legumi (ma non in scatola) che possiamo accompagnare ai cereali come piatto unico, ad esempio un primo a base di riso integrale e lenticchie.

Anche il pesce è indicato, in particolare quello contenente omega-3, grassi salutari per il cuore quindi via libera a salmone merluzzo sardine e sgombro.
L'aglio, se consumato crudo, è noto che abbia proprietà antipertensive.
Anche il cacao ricco di polifenoli è un valido alleato contro la pressione alta. Ovviamente non esageriamo con le quantità.

https://www.ragusanews.com/immagini_banner/1719297887-3-ag-distribuzione.gif

Segnaliamo anche la cannella e i semi di lino in quanto sono in grado di abbassare la pressione.
Riguardo al sale si consiglia di non superare i 5 grammi al giorno, che corrispondono a 2 grammi di sodio.
Andranno invece consumati con moderazione i seguenti alimenti: carni rosse, cereali da colazione, fette biscottate, affettati magri, formaggi stagionati, pane, pizza, cracker, caffè, tè dolci.


© Riproduzione riservata