Cronaca Sardegna

Infermiere muore di Covid nonostante la doppia dose di vaccino

Il 63enne, in pensione da appena due mesi, era in vacanza con tutta la famiglia

Il 63enne, in pensione da appena due mesi, era in vacanza con tutta la famiglia

 Sassari – Gabriele Napolitano, un infermiere 63enne dell'ospedale Cotugno di Napoli, in pensione da appena due mesi e vaccinato sei mesi fa con doppia dose Pfizer, è morto per Covid mentre si trovava in vacanza in Sardegna, da metà luglio, con tutta la famiglia. L’uomo, dopo essere risultato positivo a fine luglio, era stato ricoverato a Sassari. Dopo un mese di cure, nonostante il siero, non c’è stato nulla da fare.

"Ormai te ne sei andato – scrive il figlio in un lungo messaggio affidato ai social - una persona come te cordiale, gentile, sempre disponibile verso tutti innamorato della vita e della tua famiglia, questo Coronavirus ti ha portato via da noi nel modo più straziante che una persona potesse immaginare. Ti voglio ricordare felice in famiglia al fianco dell'unica donna che hai mai amato (insieme nella foto, ndr), riposa in pace". 

A quanto si apprende si è trattato di un caso raro e “sfortunato”: uno dei pochissimi in cui lo scudo vaccinale è stato bucato, e che comunque rappresenta un’indicazione di come nella copertura vaccinale ci sia un calo progressivo dopo un certo numero di mesi dalla prima somministrazione. L'episodio ha riacceso, a livello nazionale, il dibattito sulla necessità della terza dose di vaccino, a cominciare dai primi che l’hanno ricevuto.


© Riproduzione riservata