Economia Erario

Rottamazione e saldo e stralcio, ripartono le rate. Cartelle a settembre

Milioni di notifiche in giacenza, ingorgo fiscale da sbrogliare entro l’autunno

Rottamazione e saldo e stralcio, ripartono le rate. Cartelle a settembre

 Roma - Confermato lo stop delle cartelle esattoriali ad agosto, ripartono però le rate della rottamazione-ter e del Saldo e Stralcio: dovranno essere saldate entro il prossimo 31 luglio ma, cadendo di sabato, la data effettiva è il 2 agosto. Aggiungendo i 5 giorni di tolleranza, c’è tempo massimo fino al 9. Per saldare la rata della rottamazione-ter scaduta il 28 febbraio 2020, congelata per l’emergenza Covid, e la rata del Saldo e stralcio scaduta il 31 marzo 2020.

A seguire, il 31 agosto è il termine ultimo di pagamento per la rata della rottamazione-ter scaduta il 31 maggio 2020; il 30 settembre per la rottamazione-ter e il Saldo e stralcio scaduti il 31 luglio 2020; e il 31 ottobre 2021 per la rottamazione-ter scaduta il 30 novembre 2020.

Per tutte le rate scadute nel 2021 (febbraio, marzo, maggio e luglio) resta confermata la scadenza del 30 novembre per il pagamento in “unica soluzione”, per quanti salderanno entro i nuovi termini tutto il dovuto del 2020. A meno di un ulteriore congelamento, le 60 milioni di notifiche di cartelle esattoriali ripartiranno l’1 settembre: ci sarà un mese di tempo, fino al 30 settembre, per versare le somme dovute o richiedere all’Agenzia delle entrate la rateizzazione dell’importo fino a 10 mensilità. 


© Riproduzione riservata
https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1631185761-3-minauda.jpg