Benessere Obesità

Dimagrire con la vitamina D

Il 90% di questa vitamina, che oggi si definisce ormone, deriva dall'esposizione ai raggi solari, di conseguenza solo il 10% viene assunta tramite gli alimenti

Dimagrire con la vitamina D

La vitamina D non è fondamentale solo per la salute delle ossa, in quanto numerose ricerche hanno evidenziato che aiuta anche a dimagrire. In particolare alcuni studi hanno dimostrato l'esistenza di una correlazione tra bassi livelli di questa vitamina e una maggiore predisposizione ad ingrassare. Sebbene non sia stato ancora chiarito il rapporto che intercorre tra carenza di vitamina D e obesità, si ritiene che chi è obeso si esponga meno al sole, fondamentale per la produzione di questa vitamina, che essendo liposolubile rimarrebbe come "bloccata" nel tessuto adiposo e quindi l'organismo sarebbe impossibilitato ad utilizzarla.

Vitamina D: proprietà
Il 90% di questa vitamina, che oggi si definisce ormone, deriva dall'esposizione ai raggi solari, di conseguenza solo il 10% viene assunta tramite gli alimenti, quali pesci, in particolare aringhe, tonno sgombro, salmone, bottarga, pesce spada e acciughe, formaggi, uova, funghi in particolare i porcini, latticini, e burro, verdure a foglia verde e fagioli. Pertanto nel caso in cui venga riscontrata una carenza, sono proprio questi gli alimenti di cui bisogna incrementare il consumo. La vitamina D è liposolubile, ovvero si accumula all'interno degli adipociti e viene rimessa in circolo attraverso il sistema linfatico. Se quindi ne viene accertata una carenza con un esame del sangue, è possibile anche ricorrere a un integratore della vitamina in capsule o in compresse. In genere la dose raccomandata è di una perla al giorno che corrisponde a 5 microgrammi. Ma perchè la vitamina D aiuta a perdere peso? E' un discorso piuttosto complesso che riguarda anche il sonno. Chi soffre di insonnia va incontro a una maggiore secrezione di grelina, l'ormone dell'appetito, che quindi ci spinge a mangiare in maniera compulsiva. Ma l'insonnia causa la riduzione anche di un altro ormone, la leptina prodotta dagli adipociti, che invia una sorta di segnale di stop al sistema nervoso centrale, in particolare all'ipotalamo, a cui "comunica" che è stata raggiunta la sazietà. La leptina e la vitamina D concorrono quindi nello stimolare il sonno e la sazietà. In particolare la vitamina D favorendo il sonno profondo riduce la produzione della grelina, che come abbiamo detto, è l'ormone della fame, diminuendo l'appetito riusciamo quindi a dimagrire. Se ne possono incrementare i valori anche attraverso l'esposizione alla luce solare. In questo senso è sufficiente esporsi al sole per almeno 5-10 minuti al giorno. La luce solare ha effetto anche sul tono sull'umore perché incrementa la produzione di dopamina, la serotonina e le endorfine, regalandoci una sensazione di benessere. Vivendo in un paese piuttosto soleggiato indubbiamente siamo avvantaggiati.

In caso di carenza, i cui sintomi più frequenti sono depressione, stanchezza, fragilità di unghie e capelli, debolezza muscolare, problemi alle ossa, depressione, difficoltà a dimagrire, rivolgetevi al vostro medico che saprà indicarvi l'integratore più idoneo e l'alimentazione giusta per riportare i valori della vitamina D nella norma.


© Riproduzione riservata