Benessere Dimagrimento veloce

Dimagrire con la dieta proteica: schema settimanale

I consigli da seguire durante il regime dietetico

La dieta proteica assicura un dimagrimento veloce e duraturo nel tempo. Sono molti personaggi famosi che si affidano a questa dieta. Molte donne sono riuscite a perdere in brevissimo tempo i chili della gravidanza e ritrovare a tempo di record la perfetta forma fisica. La dieta proteica è adatta anche per lo sviluppo muscolare, perché aiuta a bruciare i grassi in eccesso e aumentare i muscoli. Una dieta aiuta a non perdere di vista l’obiettivo e a continuare a impegnarsi per raggiungerlo.

Come funziona la dieta proteica per dimagrire ed avere un corpo perfetto? Una dieta si dice iperproteica perchè è a basso contenuto calorico e prevede l'assunzione di questi alimenti: carne bianca (pollo, tacchino, coniglio); formaggi magri (ricotta, quark, fiocchi di latte), pesce almeno tre volte la settimana, legumi almeno tre volte la settimana; frutta secca, uova, olio d'oliva. Anche gli shake di proteine possono essere utili in una dieta proteica. Durante la dieta proteica è consigliato bere molta acqua. La maggior parte di ciò che si assume durante una dieta proteica sono alimenti ad alto contenuto di proteine. Come in ogni dieta, anche nella dieta proteica c'è una lista di “alimenti vietati”. Ovvero cibi ricchi di carboidrati, come pasta, riso e patate, oltre naturalmente al pane. La frutta, visto l'elevato contenuto di fruttosio, dovrebbe anch'essa essere limitata, come anche i prodotti integrali. Il grasso, a seconda del tipo, può aumentare il colesterolo e dovrebbe quindi essere assunto in dosi minime. Bisogna prestare particolare attenzione ai salumi che contengono sì molte proteine, ma sono spesso molto ricchi di grassi non sani. I grassi sani sono soprattutto quelli polinsaturi (ad es. noci) e gli acidi grassi omega 3 (ad es. semi di lino e salmone). Grassi trans (in prodotti fritti o già pronti) dovrebbero essere assolutamente evitati. Durante la dieta proteica si può e si deve mangiare a sazietà per evitare gli attacchi di fame. Tra un pasto e l'altro non devono passare più di tre ore, perché nella dieta proteica è necessario mantenere il metabolismo sempre attivo. Un altro valido motivo: i pasti ricchi di proteine e poveri di grassi contengono di norma meno calorie rispetto a quelli ricchi di carboidrati. Gli alimenti proteici saziano più a lungo e quindi si tende automaticamente a mangiare meno.

Cosa prevede l schema settimanale della dieta proteica? Scopriamolo insieme:
Il menù della settimana della dieta proteica
Ci sono diversi schemi di diete proteiche, o iperproteiche, e la dieta più famosa di questo genere è sicuramente la dieta Dukan. Un esempio di dieta iperproteica è invece la dieta Plank. Vediamo uno schema ideale di dieta proteica per una settimana. Giorno 1:
Colazione: tè o caffè e latte, 200 gr di yogurt magro bianco o alla frutta
Spuntino: spremuta di arancia o pompelmo oppure succo di frutta senza zuccheri, 200 gr di frutta fresca di stagione
Pranzo: pesce a scelta (meglio se branzino, orata, sogliola) alla griglia, verdure bollite (cavoli, o verze, o broccoli), 2 finocchi o insalata mista
Merenda: uno yogurt magro o alla frutta
Cena: petto di pollo alla piastra, bietole o spinaci bolliti, insalata mista

Giorno 2:
Colazione: tè o caffè e latte, 200 gr di yogurt magro bianco o alla frutta
Spuntino: spremuta di arancia o pompelmo oppure succo di frutta senza zuccheri, 200 gr di frutta fresca di stagione
Pranzo: 2 uova sode o strapazzate, zucchine e melanzane alla piastra, insalata
Merenda: uno yogurt magro o alla frutta
Cena: filetto di manzo o vitello, insalata mista, ortaggi vari freschi (finocchi, carote, pomodori).

Giorno 3:
Colazione: tè o caffè e latte, 200 gr di yogurt magro bianco o alla frutta
Spuntino: spremuta di arancia o pompelmo oppure succo di frutta senza zuccheri, 200 gr di frutta fresca di stagione
Pranzo: petto di pollo ai ferri con succo di limone, con peperoni grigliati, finocchi e pomodori freschi
Merenda: uno yogurt magro o alla frutta
Cena: passato di verdure con 30 grammi di parmigiano e finocchi freschi

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1599660011-3-crai.gif

Giorno 4:
Colazione: tè o caffè e latte, 200 gr di yogurt magro bianco o alla frutta
Spuntino: spremuta di arancia o pompelmo oppure succo di frutta senza zuccheri, 200 gr di frutta fresca di stagione
Pranzo: manzo o vitello alla piastra, con cavolfiori bolliti (in alternativa broccoli o cavoli), insalata verde
Merenda: uno yogurt magro o alla frutta
Cena: filetto di pollo o tacchino alla piastra, con insalata mista e finocchi

Giorno 5:
Colazione: tè o caffellatte, 200 gr di yogurt magro bianco o alla frutta
Spuntino: spremuta di arancia o pompelmo oppure succo di frutta senza zuccheri, 200 gr di frutta fresca di stagione
Pranzo: salmone alla piastra con spinaci o cavolfiori bolliti o al vapore, insalata mista e finocchi
Merenda: uno yogurt magro o alla frutta
Cena: tacchino o pollo ai ferri, insalata mista, 4 finocchi

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1599660011-3-crai.gif

Giorno 6:
Colazione: tè o caffellatte, 200 gr di yogurt magro bianco o alla frutta
Spuntino: spremuta di arancia o pompelmo oppure succo di frutta senza zuccheri, 200 gr di frutta fresca di stagione
Pranzo: 2 uova sode, zucchine e peperoni alla piastra, insalata mista
Merenda: uno yogurt magro o alla frutta
Cena: filetto di manzo o vitello, insalata mista, ortaggi vari freschi (finocchi, carote, pomodori).

Giorno 7:
Colazione: tè o caffè e latte, 200 gr di yogurt magro bianco o alla frutta
Spuntino: spremuta di arancia o pompelmo oppure succo di frutta senza zuccheri, 200 gr di frutta fresca di stagione
Pranzo: orata o branzino ai ferri con succo di limone, insalata, verdure bollite
Merenda: uno yogurt magro o alla frutta
Cena: filetto di manzo o vitello, funghi al forno o in padella, insalata mista.

Consigli da seguire durante la dieta proteica:
Per sfruttare al meglio i vantaggi della dieta proteica, prova poi a seguire questi consigli: bevi tanta acqua, mangia meno glucidi possibili (cereali, legumi secchi, farinacei), evita prodotti e cibi contenenti zuccheri (biscotti, marmellate, prodotti caseari zuccherini), tra le verdure preferisci broccoli, cavoli, spinaci e poi finocchi, e alghe, tra i frutti preferisci ananas, mandarini, frutti di bosco, kiwi, melone, arancia, pompelmo, anguria, pesca. Segui la dieta per almeno due settimane, per vedere dei risultati duraturi ( si consiglia di non superare i 15 giorni).


© Riproduzione riservata