Attualità L'iniziativa

Sicilia, Open Days Astrazeneca: 25mila dosi in 3 giorni sono un mezzo flop

Isola terzultima in Italia, ancora 220mila fiale in frigo: la capacità è di 23mila al giorno

Isola terzultima in Italia, ancora 220mila fiale in frigo: la capacità è di 23mila al giorno

 Ragusa - 25mila dosi AstraZeneca somministrate in Sicilia in 3 giorni di vaccinazione libera: cifra salutata come un boom dalla stampa locale, e certamente lo è rispetto a quelle registrate nei giorni precedenti , ma va tenuto conto che il target dei convocati è stato abbassato di ben 10 anni togliendo di mezzo pure il passaggio intermedio della prenotazione. Insomma, ci sarebbe stato da stupirsi del contrario. Andando a vedere nei frezeer, la situazione non è cambiata granché: l’Open Week ha lasciato ancora 75mila Astrazeneca nei frigo, erano infatti 100mila quelli da smaltire. Contando Pfizer e Moderna in tutto ne avanzano quasi 220mila e, nonostante l’infornata di vaccinati, l’Isola resta terzultima nel report ministeriale aggiornato a oggi, davanti solo a Calabria e Basilicata.

Insomma, l’operazione per ora non ha rappresentato una “svolta”. Il problema è che i vaccinatori sono quelli che sono e non è possibile vaccinare più di tot utenti al giorno. Possibile dunque che l’iniziativa si ripeta il prossimo weekend. Ma quant’è la portata massima di iniezioni giornaliere raggiungibile adesso in Sicilia, con un cittadino pronto dopo l’altro? Da venerdì scorso, nei 66 hub e centri delle 9 province, sono state iniettate oltre 71mila dosi dei tre vaccini nei tre giorni: dunque la “capienza” attuale è di 23-24mila al giorno a disposizione, ancora lontana dalle 35mila richieste 3 settimane fa dal commissario Figliuolo. L’aspetto positivo è che, comunque, sia pur lentamente i vaccinati aumentano e dovrebbero iniziare a far sentire finalmente il loro peso nei prossimi bollettini in termini di riduzione di contagi, ricoveri e decessi. L'unica è insistere su questa strada.


© Riproduzione riservata