Benessere Grassi

Dieta per colesterolo alto: cosa mangiare

La dieta e il regime alimentare svolge un ruolo fondamentale per il controllo del colesterolo alto

Dieta per colesterolo alto: cosa mangiare

Il colesterolo è un grasso fondamentale che viene prodotto dal fegato, ma può essere introdotto anche col consumo di alimenti di origine animale che contengono molti grassi, quali salumi, formaggi stagionati, latte intero, burro, fegato e tuorlo dell'uovo. Non risulta presente invece nella frutta, nei cereali e nella verdura. Oltre che per disordini alimentari, il colesterolo alto può derivare dalla conduzione di una vita sedentaria e dall'abitudine al fumo. Circa l'80% viene prodotto dal nostro organismo, il restante 20% deriva invece dagli alimenti di origine animali che introduciamo con la dieta. Il colesterolo alto rappresenta un campanello di allarme per la nostra salute in quanto aumenta il rischio di infarto e ictus.
Tuttavia alcune pratiche salutari possono aiutarci a mantenere bassi il livello del colesterolo. Secondo le linee guida su questo argomento, i comportamenti preventivi che possono aiutarci a tenere sotto controllo il colesterolo sono i seguenti: seguire una alimentazione ricca di verdure e povera di grassi saturi, praticare in modo regolare l'attività fisica, ed evitare il fumo di sigaretta.

Colesterolo alto e dieta
L'alimentazione in particolare svolge un ruolo fondamentale per il controllo del colesterolo alto. Nel caso in cui l'ipercolesterolemia è in forma lieve possiamo correggere lo stile di vita per risolvere il problema. Tuttavia anche nel caso in cui dobbiamo seguire una terapia farmacologica, ad esempio a base di statine, una dieta adeguata può aiutarci a potenziare l'efficacia dei farmaci. In particolare vi sono alcuni oli vegetali che abbassano la colesterolemia. Nell'olio di oliva è contenuto l'acido oleico, un omega-9 che è un grado di abbassare il colesterolo Ldl, gli acidi grassi polinsaturi omega-3 invece contenuti nel pesce e nei semi di lino sono in grado di diminuire il livello dei trigliceridi che sono precursori del colesterolo. Da evitare invece i grassi saturi e idrogenati. In particolare queste ultimi vengono utilizzati dalle industrie alimentari soprattutto per la preparazione di dolciumi e prodotti da forno.

Alimenti per abbassare il colesterolo
La nostra dieta mediterranea in effetti contiene molti alimenti in grado di diminuire o tenere sotto controllo i livelli di colesterolo. Verdura, cereali e legumi in particolare sono definiti gli alimenti alleati per la salute del cuore. Secondo gli esperti, i legumi che contengono steroli e fibre vegetali sono in grado di diminuire l'assorbimento del colesterolo a livello intestinale e quindi ne mantengono livelli adeguati. Il pesce azzurro ricco di omega-3 è un alimento indicato anche per chi ha problemi di colesterolo, se ne consiglia un consumo 2 o 3 volte alla settimana, da preferire quello azzurro ad esempio sardine, alici, sgombro da cucinare al cartoccio, al vapore o al forno. Riguardo ai formaggi possono consumarsi con moderazione quelli freschi (ricotta crescenza mozzarella). Il formaggio di capra, in particolare il caprino fresco, è quello che presenta la percentuale più bassa di colesterolo. E' importante non solo ridurre il consumo degli alimenti che contengono grassi ma anche cucinare senza grassi, pertanto rispetto alla frittura andranno preferite la stufatura, la bollitura, la cottura al forno e il vapore.
Come dicevamo ad inizio articolo, anche lo stile di vita è importante per tenere sotto contro il colesterolo. Gli esperti consigliano la pratica di una attività fisica aerobica, ad esempio ballo, ginnastica aerobica, nuoto, cammino a passo svelto, e di seguire una dieta per eliminare i chili in eccesso e controllare il girovita. In particolare valori superiori a 88 cm per le donne e 102 cm per gli uomini si associano a un rischio cardiovascolare elevato. Da evitare il fumo che provoca danni alle arterie e abbassa i livelli di colesterolo Hdl.


© Riproduzione riservata