Benessere Dieta

La dieta dello yogurt: il menù settimanale per perdere 3 chili in 5 giorni

La dieta dello yogurt è perfetta con queste giornate afose, se volete perdere quei due tre chili prima della prova costume.

La dieta dello yogurt: il menù settimanale per perdere 3 chili in 5 giorni

La dieta dello yogurt è una dieta lampo che promette di fare perdere peso molto velocemente: fino a 3 chili in 5 giorni. Perfetta con queste giornate afose, se volete perdere quei due tre chili prima della prova costume. A differenza però di diete simili, come la scarsdale, la dieta lampo dello yogurt non è bilanciata.
Lo yogurt è protagonista, insieme a kefir e alimenti fermentati, dei consumi degli italiani nel 2021. Lo yogurt contiene molte sostanze nutrienti che lo rendono un ottimo alimento funzionale sotto molti punti di vista. La dieta dello yogurt comprende l’assunzione di altri alimenti da abbinargli: riso integrale, cereali, verdure e pesce; è concesso come condimento l’olio a crudo, il limone e le spezie. Come per tante altre diete, sono da evitare carne grassa, insaccati, dolci, alcolici, bibite gassate e succhi di frutta, scopriamo il menù settimanale della dieta lampo dello yogurt che ci permette di perdere fino a 3 chili in 5 giorni.

I benefici dello yogurt nella dieta
Tante sono le proprietà di questo straordinario alimento. Lo yogurt presenta un apporto calorico medio-basso, un buon contenuto di proteine ad alto valore biologico ed è fonte di micronutrienti molto importanti come le vitamine del gruppo B, la vitamina A, la vitamina D, il calcio, il potassio e il fosforo. Inoltre, a differenza del latte, lo yogurt contiene quantità di lattosio decisamente inferiori, e ciò lo rende generalmente adatto anche da chi soffre di intolleranza al lattosio”.
Quale yogurt è meglio mangiare per la dieta ?
Sul mercato sono presenti molti tipi di yogurt, in modo da accontentare tutti i gusti e tutte le esigenze dei consumatori: c’è quello intero, con più del 3% di grassi, quello parzialmente scremato, con una percentuale tra 1,5 e 1,8, e quello magro, con meno dell’1,5% di grassi. Per quanto riguarda i gusti, lo yogurt può essere bianco, detto anche al naturale, oppure aromatizzato sia alla frutta, sia con altri ingredienti quali cioccolato, caffè e anche vaniglia.
Quando mangiare lo yogurt?
Ma come inserirlo in maniera corretta all’interno di una sana alimentazione? “È consigliato consumare circa 2-3 porzioni di latte e yogurt al giorno (125 g per porzione)”, raccomanda la nutrizionista”. Si può iniziare bene la giornata con una colazione buona e adeguata, composta da latte o yogurt accompagnati da pane integrale, o biscotti, o fette biscottate, o cereali da colazione integrali, e un frutto o una spremuta, garantendoci il giusto apporto di nutrienti ed energia per affrontare la giornata. Allo yogurt può essere aggiunta della frutta, fresca o a guscio, per creare un’ottima merenda. O anche una manciata di cereali. Possono anche aggiungersi spezie o erbe aromatiche per creare delle salse da accompagnare con delle cruditè di verdure, per uno spuntino veloce e leggero. O in abbinamento agli alimenti di un pasto principale”, conclude l’esperta.

La dieta dello yogurt: il menù settimanale per perdere 3 chili in 5 giorni
LUNEDÌ
COLAZIONE: 1 fetta di pane tostato con velo di marmellata; 1 bicchiere di latte o yogurt bianco; 1 frutto
SPUNTINO: 1 pugnetto di frutta secca o a guscio; 1 vasetto yogurt bianco o 1 bicchiere di latte (è possibile fare un frullato con latte e frutta o aggiungere la frutta allo yogurt); 1-2 biscotti integrali o 1-2 fette biscottate integrali
PRANZO: Pasta con pomodoro fresco e basilico
SPUNTINO POMERIGGIO: 1 frutto (frutta fresca intera o macedonia di più frutti); 1 bicchiere di latte (è possibile fare un frullato con latte e frutta); 1 fetta di pane o 1 panino piccolo, o 1 rosetta piccola, con un velo di crema di arachidi o nocciole o mandorle (senza sale)
CENA: Hamburger di ceci e verdure e insalata mista
MARTEDÌ
COLAZIONE: 1 fetta di pane tostato con un velo di miele; 1 bicchiere di latte o yogurt bianco; 1 frutto
SPUNTINO: 1 pugnetto frutta secca o a guscio; 1 vasetto yogurt bianco o 1 bicchiere di latte (è possibile fare un frullato con latte e frutta o aggiungere la frutta allo yogurt); 1 fetta di pane o 1 panino piccolo, o 1 rosetta piccola, con un velo di crema di lenticchie (o altro legume) e insalata
PRANZO: Risotto cozze e asparagi
SPUNTINO POMERIGGIO: 1 frutto (frutta fresca intera o macedonia di più frutti); 1 bicchiere di latte (è possibile fare un frullato con latte e frutta); 1 fetta di pane o 1 panino piccolo, o 1 rosetta piccola, con zucchine o spinaci e pomodoro
CENA: Frittata di piselli, verdure grigliate e pane tostato
MERCOLEDÌ
COLAZIONE: Crepes di ceci (farina di ceci; acqua; un filo d’olio) con un velo di confettura; 1 bicchiere di latte o yogurt bianco; 1 frutto
SPUNTINO: 1 pugnetto frutta secca o a guscio; 1 vasetto yogurt bianco o 1 bicchiere di latte (è possibile fare un frullato con latte e frutta o aggiungere la frutta allo yogurt); 1 fetta di pane o 1 panino piccolo, o 1 rosetta piccola, con pomodoro, lattuga e olive nere
PRANZO: Polenta con ragù di soia e verdure
SPUNTINO POMERIGGIO: 1 frutto (frutta fresca intera o macedonia di più frutti); 1 bicchiere di latte (è possibile fare un frullato con latte e frutta); 1 toast, o 1 fetta di pane o 1 panino piccolo, o 1 rosetta piccola, con un velo di hummus di ceci (o altro legume) e spinaci o zucchine
CENA: Friselle con pomodorini, peperoni grigliati e menta
GIOVEDÌ
COLAZIONE: cereali integrali; 1 bicchiere di latte o yogurt bianco; 1 frutto
SPUNTINO: 1 pugnetto frutta secca o a guscio; 1 vasetto yogurt bianco o 1 bicchiere di latte (è possibile fare un frullato con latte e frutta o aggiungere la frutta allo yogurt); toast con un cucchiaio di fiocchi di latte o ricotta
PRANZO: Pasta fresca con feta e broccoli
SPUNTINO POMERIGGIO: 1 frutto (frutta fresca intera o macedonia di più frutti); 1 bicchiere di latte (è possibile fare un frullato con latte e frutta); 1 fetta di pane o 1 panino piccolo, o 1 rosetta piccola, con un velo di crema al cioccolato
CENA: bruschette con gamberetti e zucchine
VENERDÌ
COLAZIONE: Frappè alla frutta (1 bicchiere di latte; frutta; due quadratini di cioccolato); fette biscottate integrali
SPUNTINO: 1 pugnetto frutta secca o a guscio; 1 vasetto yogurt bianco o 1 bicchiere di latte (è possibile fare un frullato con latte e frutta o aggiungere la frutta allo yogurt); 1 toast, o 1 fetta di pane, o 1 panino piccolo, o 1 rosetta piccola, con un cucchiaino di formaggio molle o una fettina di formaggio semi-stagionato o un pezzetto di formaggio stagionato
PRANZO: Gnocchetti con ragù di coniglio
SPUNTINO POMERIGGIO: 1 frutto (frutta fresca intera o macedonia di più frutti); 1 bicchiere di latte (è possibile fare un frullato con latte e frutta); 1 fetta di pane o 1 panino piccolo, o 1 rosetta piccola, con rucola, radicchio e pomodoro
CENA: Piadina con caponatina al forno
SABATO
COLAZIONE: Porridge di avena (1 bicchiere di latte; avena); un frutto
SPUNTINO: 1 pugnetto frutta secca o a guscio; 1 vasetto yogurt bianco o 1 bicchiere di latte (è possibile fare un frullato con latte e frutta o aggiungere la frutta allo yogurt); una barretta di cereali
PRANZO: Pasta fredda con verdure grigliate e uova sode
SPUNTINO POMERIGGIO: 1 frutto (frutta fresca intera o macedonia di più frutti); 1 bicchiere di latte (è possibile fare un frullato con latte e frutta); 1 toast, o 1 fetta di pane o 1 panino piccolo, o 1 rosetta piccola, con un velo di hummus di ceci (o altro legume) e valeriana
CENA: Pane di segale tostato con fagioli neri al sugo
DOMENICA
COLAZIONE: Toast con 1 cucchiaio di ricotta; 1 bicchiere di succo di frutta fatto in casa; 1 frutto
SPUNTINO: 1 pugnetto frutta secca o a guscio; 1 vasetto yogurt bianco o 1 bicchiere di latte (è possibile fare un frullato con latte e frutta o aggiungere la frutta allo yogurt); 1 fetta di pane o 1 panino piccolo, o 1 rosetta piccola, con crudité di verdure
PRANZO: Insalata di farro con funghetti, carciofini e cetrioli
SPUNTINO POMERIGGIO: 1 frutto (frutta fresca intera o macedonia di più frutti); 1 bicchiere di latte (è possibile fare un frullato con latte e frutta); 1 toast, o 1 fetta di pane o 1 panino piccolo, o 1 rosetta piccola, con un velo di crema di fagioli (o altro legume) e melanzane arrosto
CENA: Insalata mista; pecorino fresco; pane

Le regole della dieta devono essere rispettate. È fondamentale che non sia seguita per più di una settimana consecutivamente e bisogna alternarla ad una dieta di mantenimento. Questa dieta, però, può essere ripetuta ogni mese senza rischi e può essere abbinata al consumo di frutta fresca, capace di ridurre la fame e accelerare la digestione.
Una volta ogni uno o due mesi, si potrà però ripeterla, godendone dei vantaggi senza provocare troppo squilibrio nella nostra alimentazione.


© Riproduzione riservata
https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1631185761-3-minauda.jpg