Benessere Cura del corpo e della pelle

L'Olio di Neem: le proprietà e i benefici di un alleato di bellezza

L’olio di Neem è ricavato dalla pianta Azadirachta indica, tipica dell’India, e da secoli conosciuto per le sue proprietà antimicrobiche efficaci contro virus, batteri, funghi e parassiti.

L’Olio di Neem, proprietà e benefici di un potente alleato per la bellezza

Chi non ha mai sofferto, almeno una volta nella vita, di problemi legati ad imperfezioni della pelle o del cuoio capelluto? Inestetismi come brufoli, rughe o ancora secchezza del viso, herpes e quant’altro non devono fare più paura: arriva dall’India il più potente medicinale 100% naturale, è verde ed è conveniente per qualsiasi portafoglio. Stiamo parlando dell’olio di Neem un ottimo alleato per la nostra bellezza. Scopriamo che cos’è l'olio di Neem e quali sono i suoi benefici per la pelle, in particolare per combattere l’acne e le rughe.

L’olio di Neem è ricavato dalla pianta Azadirachta indica, tipica dell’India, e da secoli conosciuto per le sue proprietà antimicrobiche efficaci contro virus, batteri, funghi e parassiti. Per il suo contenuto in Vitamina E e acidi grassi essenziali presenta proprietà antiossidanti e idratanti per la pelle.

Se ne parla ancora poco in Italia, eppure l’olio di Neem è un potente alleato per la nostra bellezza, al pari del più commerciale olio di lavanda, cocco o argan. E’ ricchissimo di proprietà benefiche soprattutto per la cura della pelle e dei capelli ma è sfruttato anche per le sue proprietà antibatteriche e antibiotiche.

L’olio di Neem puro ha un odore abbastanza sgradevole, simile a quello acre dell’aglio, dunque meglio evitare quei composti troppo profumati perché sicuramente contengono additivi e fragranze chimiche. Alla vista presenta un colore scuro che vira tra il marrone e il verde ed è molto sensibile ai cambi di temperatura per cui meglio sempre conservarlo in un ripiano chiuso del bagno o della cucina.

Olio di Neem a cosa serve: benefici e proprietà
L’olio di Neem ha molteplici usi e sarebbe utile averlo sempre in casa. Se parliamo di capelli, l’olio di Neem è prezioso in caso di secchezza, punte sfibrate e forfora, mentre per la pelle, invece, è un toccasana in caso di acne, psoriasi, eczemi. L’alto contenuto di vitamina E e di acidi grassi essenziali permettono a questo olio di contrastare l’azione dei radicali liberi e prevenire le rughe, regalando una pelle liscia e luminosa. Suggeriamo quindi di aggiungerne alcune gocce nella crema abituale per il viso e decolleté oppure nello shampoo. Questo rimedio naturale è anche un antivirale, antibatterico, antiparassitario e antifungino, è in grado infatti di tenere lontani i pidocchi, zecche e pulci. L’olio di Neem non si può assumere per bocca, ma si può impiegare esclusivamente per uso esterno, meglio se diluito nell’acqua della vasca per lenire le infiammazioni e combattere l’acne.

Olio di Neem: tutti gli usi per la nostra bellezza 
L’olio di Neem, facilmente reperibile in erboristeria, può essere utilizzato puro oppure diluito con altri olii essenziali che ne potenzino l’attività; chiaramente la scelta dipenderà dal tipo di utilizzo a cui è destinato.
L’uso puro, in modo da sfruttarne a pieno le proprietà lenitive e antibatteriche è indicato nel trattamento di acne, herpes, psoriasi, cicatrici e smagliature. Aggiungendo qualche goccia di olio di Neem al vostro shampoo, potrete invece trattare i capelli secchi e la forfora. Inoltre può essere utile nella prevenzione dei pidocchi. L’aggiunta di olio di Neem al bagnoschiuma invece consente di sfruttare l’azione antiossidante e idratante dell’olio, conferendo alla pelle un’aspetto giovane ed elastico.

Controindicazioni. Un inconveniente legato all’utilizzo dell’olio di Neem è il suo odore forte e pungente, da risultare fastidioso per molti; per ovviare a questo problema è utile diluire con un olio essenziale, come l’olio di mandorle, che lo renda piacevole.


© Riproduzione riservata