Economia Edilizia

Superbonus 110%, la Sicilia si sveglia: è sesta in Italia

Digerite le difficoltà burocratiche iniziali, l’incentivo ingrana la marcia sull'Isola: dal 2,7% al 7,8% del totale nazionale

Superbonus 110%, la Sicilia si sveglia: è sesta in Italia

 Ragusa - Boom del Superbonus 110% al Sud: la Sicilia passa da una quota del 2,69% al 7,8% del totale nazionale dei lavori assegnati con il maxi incentivo fiscale per l’edilizia, collocandosi al sesto posto in Italia. Sono i numeri, aggiornati al 30 marzo scorso, forniti dal Cresme - il Centro di ricerche di mercato, servizi per chi opera nel mondo delle costruzioni – aggregando i dati di Enea, Mise e Agenzia delle Entrate.

Ma è tutto il Mezzogiorno che pare essersi finalmente risvegliato, totalizzando una quota Superbonus del 34,7% contro una media del 13,2% del ricorso agli incentivi degli anni passati: la Calabria è passata da 0,87% a 5,8%; la Puglia dal 3,21% al 6,8%; la Campania dal 3,1% al 6,3% (mentre la Lombardia, ad esempio, crolla dal 24,5% della quota nazionale degli incentivi tradizionali all’11% del Superbonus). Bene anche il bonus del 90% per rifare le facciate dei palazzi: pare dunque essersi ribaltata la propensione storica delle regioni meridionali a non investire in edilizia con gli incentivi fiscali, insieme al clima di rinnovata fiducia delle imprese di costruzioni.


© Riproduzione riservata
https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1631185761-3-minauda.jpg