Moda e Gossip Tv e Cinema

Diletta Leotta: “Con Can Yaman è stata una favola"

Diletta Leotta a Verissimo ha parlato delle polemiche per la sua festa di compleanno ma anche e soprattutto della storia d’amore con Can Yaman.

Diletta Leotta si confessa: “Con Can Yaman è stata una favola"

Diletta Leotta, la conduttrice televisiva, volto di Dazn, ospite questo pomeriggio di Silvia Toffanin a Verissimo ha innanzitutto voluto fare una precisazione sulla festa per i suoi 30 anni
La conduttrice televisiva, volto di Dazn, ha innanzitutto voluto fare una precisazione sulla festa per i suoi 30 anni: «Era il 16 agosto e si è parlato tantissimo di una cosa inutile, evidentemente in quel momento non c'erano grandi argomenti e infatti la questione scemò completamente nei giorni successivi. Le 'donne-lampadario'? Si trattava di un percorso artistico, erano vestite ogni volta in modo diverso. Sono felice di aver passato un compleanno bellissimo, a casa mia e con le persone per me più importanti».

Diletta Leotta si confessa a Verissimo: tutto finito con Can Yaman
Diletta Leotta a Verissimo, in merito alla storia d’amore con Can Yaman, l’attore turco di molte soap di grande successo ha detto: “Con Can Yaman è stato un sogno bellissimo, una favola, un colpo di fulmine. Siamo due ragazzi che si sono innamorati. Siamo entrambi passionali. E’ stato tutto veloce e molto bello”.
Ci tengo a dire una cosa che non ho mai detto: dicevano che era una storia finta, programmata, decisa a tavolino. Chi lo diceva è una persona che non sa cosa sia l'amore. Ero davvero innamorata, quando succede perdi lucidità e sicurezze e non mi era mai accaduto prima. Non è un momento facile ora, non so cosa succederà ora: l'amore e la vita sono imprevedibili, mi auguro che si possa ritrovare un equilibrio nella quotidianità, anche con me stessa.

Oggi siamo lontani, spero che questo distacco possa aiutare entrambi». La conduttrice poi rivela: «La proposta di matrimonio? Tutto vero, era successo un mese dopo. Forse abbiamo corso troppo e forse anche quello può aver influito».


© Riproduzione riservata