Benessere Dieta per dimagrire bilanciata

Dimagrire 2 chili in sette giorni: il menù da seguire

La dieta per dimagrire due chili in sette giorni è bilanciata e ricca di nutrienti salutari, è quella che meglio risponde alle esigenze del tuo organismo, adatta sia a lui che a lei

Dieta per dimagrire 2 chili in sette giorni, menù

Via centimetri e tossine con la nuova dieta per dimagrire 2 chili in sette giorni. Cosa mangiare per perdere peso in 7 giorni? Questa è la domanda più frequente di tutti coloro che hanno deciso di eliminare qualche chilo di troppo o si sentono appesantiti. Come fare? Cosa mangiare per dimagrire? Intanto programmatevi la giornata sarà tutto più semplice e poi allenamento e idratazione e costanza faranno il resto. Ecco la dieta per dimagrire 2 chili in sette giorni, schema settimanale che elimina i chili di troppo e dà energia. L’alimentazione basata sul consumo delle erbe aromatiche e spezie che non sono semplici “insaporitori”. Le spezie oltre ad aiutare a ridurre l’uso di grassi e del sale, rendendo più sostenibile un regime ipocalorico sul lungo periodo.

Alcune di esse hanno infatti un vero effetto diretto sui meccanismi del nostro dimagrimento. Perché alcune spezie hanno la capacità di attivare il metabolismo, esercitano un effetto diuretico e detossinante. Favoriscono il senso di sazietà, accelerano la termogenesi.
La dieta per dimagrire due chili in sette giorni è bilanciata e ricca di nutrienti salutari, è quella che meglio risponde alle esigenze del tuo organismo, adatta sia a lui che a lei, quindi comoda da fare anche in due se si vive sotto lo stesso tetto.
Scopriamo i consigli e i benefici della dieta settimanale che ti permettono di eliminare 2 Kg in 7 giorni.

Dieta per dimagrire: stop alla fame
La prima regola alla base di questa dieta settimanale è evitare i digiuni prolungati e i picchi di fame. La dieta settimanale prevede, quindi, uno spuntino semplice ogni due o tre ore. Per esempio un frutto di stagione, per fornire a muscoli e cervello un costante rifornimento di carburante. Per questo motivo, sono sconsigliati anche i digiuni veri e propri. Perché riducono il metabolismo, consumano la muscolatura e rappresentano uno stress per il corpo.

Dimagrire scegliendo i carboidrati giusti
Oltre a mangiare più spesso, è importante mettere in tavola la corretta quota di carboidrati nei momenti della giornata più appropriati. A colazione, per esempio, si può optare per pane integrale, miele e frutta. A pranzo per pasta integrale o cereali in chicco come la quinoa con verdure, e alla sera pesce, carne o altre proteine con ortaggi. Come regola generale, dunque, meglio non associare mai, a pranzo, pane, pasta, pizza e patate, ed evitarle a cena perché l’organismo non metabolizza i carboidrati. Dunque è bene optare per un piatto di verdure con pesce, carne o soia.

Dieta per dimagrire: più fibre e acqua
Durante il giorno bisogna mangiare almeno cinque porzioni di frutta e verdura. Scegliendole, se possibile, di stagione e di cinque colori differenti, per fornire all’organismo tutti i minerali di cui necessita. Sono suddivise in due porzioni di ortaggi di 180/200 grammi circa prima del pasto. E tre di frutta a colazione e negli spuntini. Un ruolo chiave è giocato dall’acqua.
Per favorire i processi di detossificazione, è importante bere almeno due litri di acqua al giorno. A piccoli sorsi. Abbinandola ad acque con frutti ed erbe, ottime le tisane . Che forniscono vitamine e minerali e aiutano a espellere inquinanti e pesticidi.

Menù per dimagrire 2 chili in sette giorni
Al risveglio bere due bicchieri di acqua a temperatura ambiente o tiepida

Lunedì – Colazione: 1 tazza di tè al ginseng, 2 fette di pane tostato con confettura senza zucchero. – Spuntino: una mela. – Pranzo: 60 g riso al vapore condito con un pizzico di curcuma e zucchine verdi. – Merenda: estratto di ananas e zenzero. – Cena: 100 g di tofu grigliato condito con il peperoncino, 80 g di insalata mista verde condita con un cucchiaino di olio.

Martedì – Colazione: 1 tazza di latte parzialmente scremato con caffè verde, una macedonia di frutta mista con granella di mandorle e una spolverata di cannella. – Spuntino: 2 noci. – Pranzo: 60 g di pasta integrale all’arrabbiata. – Merenda: estratto di sedano e finocchio con cardamomo. – Cena: 200 g di pesce al cartoccio condito con poco olio e limone e pepe nero, 70 g di patate cotte al vapore.

Mercoledì– Colazione: 1 tazza di tè mate, 2 fette di pane tostato con formaggio spalmabile e cumino. – Spuntino: 2 mandarini. – Pranzo: 60 g di risotto allo zafferano, insalata di pomodori. – Merenda: 1 mela. – Cena: 150 g di pollo al curry, 100 g di finocchi al vapore.

Giovedì – Colazione: 1 tazza di tè al guaranà, 100 g di ricotta con un cucchiaino di miele e cannella. – Spuntino: una spremuta di arancia. –Pranzo: 150 g di gnocchi di zucca con una spolverata di cannella e granella di nocciole. – Merenda: una banana piccola. – Cena: 150 g di bocconcini di vitello al sumac, 100 g di spinaci lessi.

Venerdì – Colazione: 1 tazza di tè al cardamomo, uno yogurt magro al quale potete accompagnare 2 cucchiai di muesli e granella di nocciole. – Spuntino: 2 kiwi. – Pranzo: 60 g di riso Venere con gamberetti e sumac, 2 pomodori in insalata conditi con un cucchiaino di olio evo. – Merenda: 2 albicocche disidratate. – Cena: 180 g di pesce spada al forno con pomodorini e peperoncino, 80 g di insalata mista.

Sabato – Colazione: 1 tazza di infuso allo zenzero, 2 fette di pane tostato con confettura senza zucchero. – Spuntino: 15 g di mandorle. – Pranzo: 200 g di zuppa di legumi e cardamomo, 1 panino integrale. – Merenda: 2 fette di ananas. – Cena: 150 g di bocconcini di pollo condito con limone e zenzero, carote saltate alla curcuma e poco olio evo.

Domenica– Colazione: 1 cappuccino con latte parzialmente scremato e cannella. – Spuntino: una pera cotta . – Pranzo: 200 g di crema di carote e zenzero con 50 g di crostini di pane integrale. – Merenda: 2 fichi secchi. – Cena: frittata con 2 uova e un cipollotto fresco stufato, 100 g di broccoli al vapore con pepe nero e niente olio.

La nostra raccomandazione rimane sempre quella di consultare il vostro medico fi famiglia o il vostro nutrizionista di fiducia prima di intraprendere qualsiasi tipo di dieta.


© Riproduzione riservata